A Roma i prestiti per i giovani architetti

Un ottimo progetto per lo start up dei neo laureati in architettura.

Grazie all’ordine degli architetti di Roma e la BCC Banco Credito Cooperativo di Roma è nato nel 2014 un bando di concorso per neolaureati in architettura che decidono di aprire un proprio studio.

Architetto_GE_18092013

Sulla base di questa convenzione la Banca di Credito Cooperativo di Roma ha messo a disposizione dei finanziamenti rigorosamente a tasso e spese pari a zero per chi come neolaureato decida di partecipare al concorso, la cifra che viene erogata come start up è di 2000 euro, che devono esser restituiti in 12 rate.

Finito il periodo e avendo restituito regolarmente il debito,  se si ha la possibilità di dimostrare che lo studio è ben avviato ed il lavoro non manca viene erogato un ulteriore prestito sempre a tasso zero di 10000 euro che si può restituire in 36 rate.

Le regole per poter partecipare a questo bando sono la fondamentale non avere più di 36 anni compiuti, e si deve essere regolarmente iscritti da almeno 5 anni all’albo degli architetti di Roma.

Verranno valutati sia il voto di laurea che le esperienze lavorative maturate, il tempo per quest’anno è limitato perchè le domande vanno presentate entro il 21 settembre, ma è già stato messo a bando lo stesso concorso per il prossimo anno quindi se non riesci ora non disperare perché il tuo sogno si può ancora realizzare.

I vincitori ogni anno per il bando non saranno moltissimi perché i posti per accedere al prestito sono 15 annualmente, e tra le varie clausole c’è la possibilità di ricandidarsi al bando in caso di esito negativo cno le nuove esperienze lavorative maturate nell’anno.

 

Autore dell'articolo: Debora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *