Agevolazioni per la nascita di un figlio

Il bonus bebè come richiederlo e come viene erogato.

Prima di accendere un prestito personale per coprire le spese per l’arrivo di un figlio provate prima a vedere se questo tipo di agevolazione può aiutarvi a coprire le spese a volte anche non previste.

Bonus Bebè

Il bonus bebè è un’agevolazione che rilascia lo stato e grazie all’attuale legge di stabilità per il 201 è più chiaro per quanto riguarda il tipo di sovvenzione e chi può richiederlo.

Per richiedere il bonus si deve essere cittadini italiani o extracomunitari con regolare permesso di soggiorno, e possedere un Isee (calcolo del reddito che viene utilizzato per appunto ogni sorta di agevolazione)  non superiore ai 25.000 euro.

La domanda va presentata in via telematica al sito Inps, oppure presso un patronato che gratuitamente presenterà la domanda, i tempi non devono superare i 90 giorni dalla nascita o se adottato dall’ingresso in famiglia del figlio, dopo tale data non è più possibile richiedere il bonus.

Nel caso di esito positivo della domanda sarà direttamente l’istituto di previdenza nazionale a provvedere al pagamento del bonus direttamente alla famiglia.

Il pagamento e la cifra sono divisi in due categorie, la prima è per chi è in possesso di un Isee inferiore ai 7000 euro, in questo caso si ha una rata mensile di 160 euro, nel caso in cui l’Isee fosse tra i 7000 sino ai 25000 la rata sarà pari a 80 euro mensili.

Il periodo di erogazione arriva fino al terzo anno di vita del bambino, quindi è per un massimo di 36 mesi.

Non è una grande cifra o una gran soluzione ma può essere sempre utile approfittare delle agevolazioni prima di accedere ad un prestito.

Autore dell'articolo: Debora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *