Arredare casa con gli incentivi fiscali

Sfruttare al meglio le agevolazioni per arredare la casa

Se stiamo decidendo di cambiare arredamento o proprio siamo al primo acquisto possiamo con le scelte giuste approfittare delle agevolazioni attualmente in essere.

Lo stato infatti rilascia degli sconti sotto forma di sgravi fiscali per chi acquista arredamento in linea con le caratteristiche che andiamo a vedere.

incentivi fiscali acquisto elettrodomestici

Per prima cosa è bene sapere che per ottenere questi sgravi fiscali è necessario far coincidere anche la ristrutturazione della casa o di una sua parte, quindi approfittate per unire la ristrutturazione all’acquisto di arredamento ed elettrodomestici, così si può ottenere altri tipi di incentivi oltre a quelli per gli elettrodomestici, e quelli per la ristrutturazione sono anche superiori di percentuale.

E’ importante che tutti gli elettrodomestici siano di classe energetica A o superiore, altrimenti non avrete diritto agli sgravi.

Per ristrutturazione non necessariamente si deve dimostrare di aver fatto dei grandi lavori, è abbastanza far vedere di aver sostituito una finestra o una porta ed è già abbastanza per ottenere le detrazioni da entrambi i lati.

L’incentivo non sono contanti che ti vengono restituiti ma sono degli sconti sugli oneri fiscali che vengono suddivisi in diversi anni, quindi subito non avrete beneficio ma col tempo recupererete fino al 40% di quanto speso.

Gli incentivi sono validi anche in caso di finanziamento sia per i lavori che per l’acquisto elettrodomestici, perchè l’unico documento che si deve presentare sono le fatture di acquisto o vanno bene anche scontrini purchè siano parlanti e quindi dimostrino l’effettivo acquisto dell’elettrodomestico.

Autore dell'articolo: Debora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *