Banca d’Italia vede positivo per i prestiti nel 2016

La previsione è di un paese in crescita ma vediamo anche grazie a cosa

Sono positive anche le previsioni della Banca d’Italia per quanto riguarda la crescita del prossimo anno di tutti i rami del nostro paese.

Il problema principale del lavoro e della precarietà della vita attuale ha portato anche le banche ad adattarsi e creare le condizioni giuste per dare credito anche a chi non aveva tutte le carte in regola con il contratto di lavoro o altre garanzie.

banca-d-italia

Tutte le aperture bancarie infatti sono in funzione del migliorare il flusso richiesta e accettazione dei prestiti.

Anche le finanziarie hanno diminuito la stretta che si era formata per quanto riguarda le richieste di garanzie per ottenere dei prestiti e dei mutui ed era ormai diventato un obbligo per ottenerlo l’avere un contratto a tempo indeterminato, ora invece è possibile ottenere delle cifre non eccessive anche per chi ha una posizione differente e soprattutto nei tempi definiti dal contratto quindi in correlazione con il contratto anche la scadenza del nostro prestito richiesto.

Grazie anche agli incentivi che lo stato ha dato alle banche per permettere alle stesse di dare maggiori opportunità alle persone con difficoltà di garanzie e anche grazie proprio agli istituti di garanzia pare che dal prossimo anno le richieste di prestito con esito positivo saranno in aumento, e questo è visto in positivo da stato e tutte le persone proprio per il fatto che maggiori sono le richieste di credito e maggiore può essere il potere di acquisto degli italiani e qusto anche grazie all’aumento degli incentivi statali.

Autore dell'articolo: Debora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *