Cessione del quinto per i medici convenzionati

Come funziona per i medici convenzionati richiedere credito.

Se un medico ha un regolare contratto di lavoro ed è a tempo indeterminato, ha lo stesso trattamento finanziario di ogni dipendente con regolare contratto, certo che lo potrà avere con maggiori facilitazioni sia per il tipo di credito che per il tipo di lavoro che è molto agevolato nei pagamenti e quindi visto come ottima garanzia dalle banche.

prestiti-cessione-del-quinto

Per quanto riguarda invece i medici che hanno il loro contratto regolare, può capitare che anche loro possano avere problemi economici e quindi trovarsi ad avere protesti o rate impagate, in questo caso le banche e le finanziarie danno lo stesso trattamento che danno a qualunque cattivo pagatore, quindi per risolvere la situazione della richiesta di liquidità in questo caso, si accede alla cessione del quinto.

Quindi sia per quanto riguarda la cessione del quinto dello stipendio e anche per il prestito delega naturalmente la cifra che può essere erogata varia a seconda della cifra che si prende di stipendio, e anche a seconda di quanto si è già indebitati con altri prestiti o finanziamenti.

Anche se non esistono in questi casi vere e proprie convenzioni, però il prestito che viene richiesto anche in caso di altri mancati pagamenti da un medico che ha come datore di lavoro lo stato o rinomate amministrazioni hanno sicuramente maggiori possibilità di accedere al credito rispetto a dipendenti di aziende di piccole e medie dimensioni.

Come per tutti i dipendenti viene richiesta un’anzianità lavorativa di almeno dodici mesi.

Autore dell'articolo: Debora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *