I finanziamenti per le cooperative sociali

Vediamo le agevolazioni esistenti per chi vuole intraprendere questo tipo di attività

In un periodo dove si dice spesso che il lavoro non c’è i giovani dovrebbero intraprendere con maggiore spirito di iniziativa dei nuovi mondi, quindi intraprendere attività e tanti sono gli incentivi che lo stato da a chi vuole aprire delle attività, nel caso specifico trattiamo i finanziamenti per chi decide di aprire una cooperativa sociale di tipo B, quindi come da decreto legge il tipo B è composto almeno dal 30% da persone cosi dette disagiate, quindi invalidi o ex tossicodipendenti o alcolisti o ex condannati.

mid-img5

Come per tutte le attività lo start up è il momento nel quale sono necessari dei prestiti, e in questo preciso caso esistono sia delle agevolazioni tramite prestiti a fondo perduto, e sia delle grandi agevolazioni sui tassi per quanto riguarda finanziamenti normali, anche fino a Tan e Taeg fino a zero.

Per accedere a questo tipo di finanziamenti la cosa principale è avere un ottimo progetto d’impresa, detto anche business plan dove si deve evincere la possibile ottima riuscita del progetto, seguito da tutti i calcoli delle spese e dei possibili guadagni che potrebbe portare il progetto, il tutto va spedito all’indirizzo: Progetto Italia SpA c/o Imprenditorialità Giovanile SpA via Campo nell’Elba, 30 00138 Roma.

Il progetto va corredato dalla richiesta dell’atto costitutivo della cooperativa e sono compresi nei finanziamenti richiedibili attrezzature, macchinari materie prime la locazione e tutto ciò che serve per avviare l’attività.

Per ulteriori informazioni sulla documentazione e sulle coperture che sono richieste consiglio una visita al sito dedicato.

Autore dell'articolo: Debora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *