I prestiti agli invalidi civili da Inps

Anche per gli invalidi Inps prevede agevolazioni per i prestiti

Per gli invalidi civili l’Inps prevede un’assistenza finanziaria, perché nonostante si sia inabili al lavoro la legge descrive che ogni cittadino ha diritto a vivere una vita dignitosa, quindi si deve dare alle persone inabili al lavoro sia l’assistenza sociale che assistenza economica.

falsi-invalidi-672

Le categorie che sono coinvolte nel discorsi sia delle pensioni che nei prestiti sono gli invalidi civili, i ciechi ed i sordi.

Una caratteristica importante anzi oserei dire necessaria per ottenere un prestito è che la pensione sia superiore alla soglia di povertà, in parole semplici il togliere il quinto dello stipendio da una pensione cosidetta “minima” se si arriva ad una cifra inferiore ai 430 euro circa si arriva al di sotto della soglia di povertà e in questo caso non viene erogato nessun prestito.

Nei casi però che oltre alla pensione anche se minima venga erogata anche l’indennità di accompagnamento come di legge viene erogata sia agli invalidi civili non in grado di provvedere autonomamente alle fasi principali della normale vita e ai ciechi totali, quindi questa parte della pensione viene accorpata a quella sociale e quindi si possono avere qualche possibilità in più.

Non vogliamo comunque dare false speranze perchè per i pensionati non è semplice ottenere il credito, soprattutto se si hanno pensioni di piccola entità, se si ha il privilegio di una pensione cospicua beh, non è un grosso problema anche in caso di disabilità perchè si ha sempre la copertura assicurativa che copre i casi di morte e non si rischia di creare problemi agli eredi.

Autore dell'articolo: Debora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *