I pro e i contro da valutare dei prestiti veloci

Valutiamo i lati positivi e negativi dei prestiti piccoli e veloci

I prestiti di cui parliamo sono i casi in cui il credito varia da 1000 ad un massimo di 5000 euro con un rimborso ad un massimo di 48 rate, il tutto in prestiti che vengono erogati dalle finanziarie in pochi giorni.

78DDA8D95F23622AFC05DA7D98FCE56C

Per chi si trova in difficoltà e che viene inghiottito dai problemi della crisi, questi prestiti di micro credito possono sembrare un approdo sicuro dove trovare il giusto respiro per mantenere un benessere per il periodo di riconciliazione finanziaria, ma facciamo attenzione perchè le insidie sono dietro l’angolo.

Essendo di facile accesso questo credito uno dei problemi invece che fanno fermare a pensare se è necessario o meno sono i tassi che sono molto più elevati rispetto a quello della media, sempre prestando molta attenzione a non superare il tasso di usura, quindi sono al limite dell’usura ma restano davvero molto alti, quindi prima cosa da controllare nel foglio informativo sono proprio i tassi di interesse.

Certo dobbiamo ad esempio ritenerci fortunati rispetto a paesi come il Regno unito dove non esistono limiti ai tassi e quindi ci si ritrova con micro prestiti dove poi il tasso di interesse raggiunge il 100%, portando a creare grossi problemi invece che del respiro.

Stanno come ad esempio a Pordenone le province iniziando a creare dei fondi per il micro credito dove poter  richiedere prestiti fino a 2000 euro e sono a tasso zero, non sono molto attive in tutta Italia ma prima di andare in una finanziaria provate a controllare se nella vostra zona è stato aperto uno sportello per il micro credito.

Autore dell'articolo: Debora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *