Le agevolazioni per i prestiti ai pensionati

Quando sono presenti agevolazioni per i pensionati.

I pensionati sono le persone che dalle finanziarie vengono viste come garanzia di pagamento, proprio perchè la pensione è certamente erogata ogni mese e non comporta calcolo di rischio di perdita, attenzione però solo in caso il pensionato non sia molto avanti con l’età.

pensionati-d

Innanzitutto per poter accedere ad un prestito il pensionato deve percepire una pensione superiore a 465 euro, questo perchè per pur minima che sia la cifra la rata non deve per legge interferire nella possibilità di vivere degnamente per qualunque persona.

Altro aspetto fondamentale è l’età infatti le finanziarie danno possibilità di accendere un prestito ai pensionati ma danno serie difficoltà se l’età supera i 75 anni.

Naturalmente in caso di pensionato che percepisce più assegni di pensione come nel caso di vedove che oltre alla loro pensione percepiscono reversibilità del marito defunto il calcolo della percentuale di indebitamento possibile viene effettuato sulla somma delle pensioni.

Le agevolazioni che le finanziarie studiano per i pensionati sono innanzitutto una riduzione dei tassi per quanto riguarda prestiti a scadenza ridotta e nel caso invece di prestiti richiesti di cifre superiori si richiede sempre la cessione del quinto dello stipendio che già di suo ha riduzioni di spese e tassi rispetto ai prestiti personali.

Di solito la restituzione dei prestiti rivolti a i pensionati è di circa al massimo di 120 rate proprio perchè l’età anche in fase di richiesta è avanzata, alcune finanziarie chiedono in garanzia un’assicurazione sul debito diffidate perchè non è obbligatoria.

Autore dell'articolo: Debora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *