Prestiti agevolati per i dipendenti comunali

Per i dipendenti del comune di Roma esistono agevolazioni particolari

I dipendenti del comune di Roma hanno la possibilità di accedere a prestiti con tassi nettamente inferiori a quelli presenti nel mercato e a semplificazioni anche per quanto riguarda la parte burocratica, con quindi oltre alle agevolazioni monetarie anche all’evitare la maggior parte delle lungaggini che si incontrano nella richiesta di un semplice prestito.

Prestiti agevolati

Per quanto riguarda prestiti fino a 2500 euro grazie alla convenzione del comune di Roma e l’Ipa che è l’istituto di previdenza e assistenza ai dipendenti, possono ricevere questa cifra senza grandi documentazioni per richiederlo, il nome del prestito è anche molto esaustivo si chiama infatti contanti subito.

Se la cifra richiesta supera i 2500 e fino a 20000 unica garanzia richiesta in più è una firma da parte del dipendente che in caso di mancato pagamento delle rate viene utilizzata parte del tfr a copertura dell’impagato.

Altra convenzione che hanno a disposizione i dipendenti del comune di Roma, è quella tra le banche e il Cral, e prevede che si possano avere dei prestiti fino a 72000 euro, e si può ricevere questo prestito restituendolo sino a 120 rate, non si hanno delle grandi richieste di garanzie e i documenti che vanno inviati per la richiesta sono davvero pochi, il documenti di identità e quello di dichiarazione del reddito.

In caso in cui si abbia esito positivo anche l’erogazione del prestito ha tempi molto brevi, infatti la cifra si ha in massimo due settimane, per chi lavora quindi presso il comune di Roma la richiesta di liquidità è parecchio semplice, si stanno anche muovendo diversi comuni per ottenere convenzioni per i propri dipendenti.

Autore dell'articolo: Debora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *