Quali sono gli immobili che si accettano per la garanzia ipotecaria

Prima di richiedere un mutuo con garanzia ipotecaria dobbiamo tener conto anche se l’immobile può farci da garante.

Tra le tante valutazioni che si devono fare per accedere ad un mutuo dobbiamo anche capire se il nostro immobile ha le caratteristiche richieste dalla banca per diventare il nostro garante, perchè per prima cosa dobbiamo controllare lo storico della casa per controllare che non vi siano vincoli che non ci permettano di ottenere il mutuo, ma tutto ciò va assolutamente fatto anche prima della firma di impegno all’acquisto o dopo potrebbero crearsi molti problemi.

mutuo-casa-immobili-marka-671

Innanzitutto per legge la banca concede il mutuo casa se al catasto l’immobile è nella categoria A cioè un’abitazione, infatti per tutti gli altri tipi di immobili non si può richiedere il mutuo casa e sono richieste altre garanzie.

In pochi casi la banca può dare un mutuo per abitazioni malridotte se esiste un buon progetto di ristrutturazione, e quindi anche se l’edificio risulta rurale potremo ottenere il mutuo, ma sono rari i casi in cui viene accettato.

Viene considerato ai fini di garanzia anche la commerciabilità dell’immobile, cioè se la casa è in un punto dove non è semplice vendere l’immobile per la banca in caso di vendita forzata sarebbe difficile comunque venderla se non perdendoci e quindi non viene considerata come possibile garanzia.

Altro punto molto importante è la legalità dell’immobile, ovvero che non sia abusivo o in zone dove non è possibile edificare, in quel caso non verrebbe assolutamente contata come garanzia.

Anche le vendite e i lasciti precedenti della casa sono da considerare, se la casa è stata donata da qualcuno al proprietario e non sono passati i tempi di legge che sono dieci anni, la casa non verrà considerata come garanzia.

Autore dell'articolo: Debora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *