Sardegna pensioni anticipate

Da fine anno in Sardegna sarà possibile accedere a prestiti agevolati per andare prima in pensione

Viene chiamato prestito previdenziale e la regione Sardegna spera sia un monito per tutta Italia, la gente vuole andare in pensione e prima dei tempi che lo stato modifica troppo frequentemente, esempi se ne trovano in ogni famiglia, chi con 40 anni di anzianità lavorativa ancora negli ultimi anni corre dietro all’età pensionabile senza averne più forza di lavorare.

Pensioni-ecco-chi-puo-ricevere-l-assegno-anticipato_h_partb

Per questi casi scende in campo la Sardegna che per i residenti presso la sua regione stanzierà entro fine anno inizialmente 7,5 miliardi che in caso di necessità potranno arrivare sino a 14 miliardi.

Questo prestito consiste nell’aiutare chi è vicino alla pensione a pagare tutti i contributi mancanti e poter così essere esonerato dal finire gli anni lavorativi mancanti.

Il prestito che viene erogato è a tasso zero, e chi ne usufruisce può decidere se restituire la cifra in un’unica soluzione o se restituire con un pagamento rateale con detrazione dalla pensione direttamente per una durata non superiore ai sette anni.

Questo tipo di agevolazione per ora è rivolto ai residenti della regione Sardegna, che abbiamo ancora al massimo 24 mesi di lavoro prima del raggiungimento dell’età pensionabile.

La regione liquida direttamente l’Inps che provvede immediatamente al calcolo della pensione e a partire con l’erogazione della stessa al favore del richiedente, così da dare la possibilità di andare in pensione per chi lo desidera e secondo chi ha instaurato il progetto dare anche maggiore possibilità di lavoro per le nuove generazioni.

Autore dell'articolo: Debora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *