Spieghiamo meglio il Tan e il Taeg

Che sia per un mutuo o per un qualsiasi prestito è bene conoscere il significato effettivo dei tassi che sentiremo.

Per qualsiasi informazione riguardante prestiti o mutui ci troveremo sempre davanti questi nomi, che dovranno diventare per noi di facile comprensione per poter avere dimestichezza nel mondo finanziario.

tan-taeg-cosa-sono-e-differenza

Iniziamo dal Tan detto anche tasso nominale, è in pratica il tasso che viene applicato sul nostro finanziamento o mutuo nell’arco dell’anno, attenzione però perchè è solo parte delle spese che dobbiamo calcolare nel nostro prestito, perchè spesso viene utilizzato come specchietto per le allodole e quindi ci troviamo con finanziamenti che vengono pubblicizzati a zero spese perchè il Tan è pari a zero, dovete approfondire perchè il Tan non comprende le tassazioni aggiuntive che vengono inserite nelle rate, in base alla lunghezza del mutuo e del tipo di prestito.

E’ dunque un parziale delle spese e serve per dare un primo confronto tra i vari mutui esistenti.

Per un più completo metodo di paragone interviene poi il Taeg che invece è il tasso comprensivo di tutte le spese accessorie comprese anche quello delle singole rate, quindi è composto dal Tan maggiorato di tutti gli oneri accessori del mutuo, e spese di incasso rata, la percentuale di maggiorazione per la durata del mutuo ecc ecc.

Quindi per valutare il mutuo o il prestito migliore è bene affidarsi al Taeg, e per sapere a quanto ammontano le spese oltre il tasso normale l’operazione è elementare, basta infatti togliere dal Taeg la cifra del Tan e a quel punto abbiamo la certezza della cifra degli oneri accessori del mutuo.

Autore dell'articolo: Debora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *